Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
Martedì 20 Agosto 2019 |

News 18 Aprile 2016

Celli vuole vederci chiaro sulle finanze pubbliche

Celli vuole vederci chiaro sulle finanze pubbliche

"Il livello di attenzione sulla situazione generale della finanza pubblica non può essere assolutamente ridotto. Nonostante gli ultimi esercizi finanziari si siano chiusi con disavanzi piuttosto contenuti, lo stato di precarietà dei conti statali persiste e impone un costante monitoraggio in termini tecnici e politici".
A dirlo è Simone Celli che presenterà oggi, agli uffici della Segreteria istituzionale, un’interpellanza in cui chiede al governo chiarezza sui conti pubblici.

"Gli interventi di carattere straordinario messi in campo dal governo nel corso della corrente legislatura (a titolo di esempio si citano l’imposta straordinaria sugli immobili e il transitorio fiscale) hanno avuto l’effetto di tamponare, almeno parzialmente, la portata del deficit di bilancio negli anni precedenti, però il quadro contabile e finanziario dello Stato sammarinese appare ancora ‘viziato’ dalla permanenza di un complessivo squilibrio che impedisce il conseguimento del pareggio strutturale di bilancio - aggiunge il consigliere di Laboratorio democratico -. È evidente che le politiche di consolidamento fiscale adottate fino ad oggi dal governo non abbiano prodotto i risultati, né sul piano dell’incremento delle entrate né sul piano del ridimensionamento della spesa pubblica improduttiva, necessari a riportare i conti pubblici in una situazione di equilibrio strutturale, cioè al netto dei provvedimenti straordinari cui si faceva riferimento poc’anzi".

Celli interpella dunque il governo per conoscere "quali sono gli indirizzi politici in materia di consolidamento fiscale (reperimento di nuove entrate, tagli alla spesa pubblica, ecc.) che il governo pensa di adottare per raggiungere l’obiettivo del pareggio di bilancio in termini strutturali"; "gli elaborati dei bilanci xonsuntivi dell’anno 2015 dello Stato, degli enti pubblici e delle Aziende autonome"; "l’esatta contabilità dei residui attivi e passivi, mediante la predisposizione da parte del governo di una dettagliata relazione"; "i flussi di entrata e di uscita della monofase dall’1 gennaio 2016 al 31 marzo 2016, rapportati ai periodi analoghi del 2012, 2013, 2014 e 2015".

E ancora: "le proiezioni relative ai flussi di entrata dell’imposta generale sui redditi per l’esercizio finanziario in corso"; "l’elenco dettagliato delle consulenze attribuite (o rinnovate) dal Congresso di Stato nel periodo 1° gennaio 2016 – 31 marzo 2016, con la precisazione delle motivazioni sottostanti al conferimento dell’incarico e l’indicazione dei costi sostenuti dallo Stato"; "il numero delle nuove assunzioni nel settore pubblico allargato e dei dipendenti pubblici collocati a riposo, nel periodo 1 gennaio 2016 – 31 marzo 2016, rapportati ai periodi analoghi del 2012, 2013, 2014 e 2015"; "il numero effettivo delle buste paga e il costo mensile dei dipendenti del settore pubblico allargato al 31 marzo 2016, rapportati ai periodi analoghi del 2012, 2013, 2014 e 2015"; "il debito complessivo dello Stato nei confronti dell’Istituto per la sicurezza sociale al 31 marzo 2016"; "il debito pubblico consolidato al 31 dicembre 2015". Infine, ritenendo la liquidità di tesoreria un dato di sistema sul cui andamento è "fondamentale mantenere un monitoraggio costante in una fase di oggettiva sofferenza della finanza pubblica", Celli chiede al Congresso di Stato di "conoscere la situazione della liquidità di Tesoreria e la sua gestione operativa, riportando le chiusure mensili dall’1 gennaio 2015 al 31 marzo 2016 e fornendo le proiezioni sino al 31 dicembre 2016".

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI