Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
22 Luglio 2018 |

News 18 Aprile 2016

Pronto un progetto di legge per regolamentare la struttura diplomatica

Il provvedimento è stato depositato dal segretario di Stato agli Affari Esteri, Pasquale Valentini

Pronto un progetto di legge per regolamentare la struttura diplomatica

Il segretario di Stato agli Affari Esteri, Pasquale Valentini, ha depositato tre giorni fa un progetto di legge che pone le basi per un consolidamento e una qualificazione della struttura diplomatica di San Marino in un contesto in cui la dimensione internazionale assume sempre più rilievo e importanza.

CARRIERA DIPLOMATICA - I funzionari e gli agenti diplomatici del Titano, viene specificato nel preambolo del progetto di legge, sono chiamati a rappresentare, promuovere e tutelare gli interessi dell’Antica Repubblica nel contesto internazionale, sia bilaterale che multilaterale. Per l’importanza dell’incarico che svolgono e per l’alta responsabilità cui sono chiamati, essi prestano il proprio servizio con dedizione, fedeltà, decoro e senso dello Stato. La carriera diplomatica, si legge nel capo I "Status e accesso alla carriera diplomatica" del provvedimento, per la natura delle specifiche funzioni attribuite ai funzionari che ne fanno parte, è retta dalle disposizioni dettate dalla presente legge. Per la specificità delle funzioni svolte, il rapporto di impiego dei funzionari appartenenti alla carriera diplomatica è caratterizzata dalla disponibilità ad assegnazioni in sedi all’estero, a missioni e trasferte all’estero, all’assegnazione di incarichi temporanei e straordinari all’estero, da un orario di lavoro flessibile, dalla disponibilità alla reperibilità anche fuori dagli orari di ufficio, dalla disponibilità a seguire corsi di aggiornamento in lingua straniera E all’estero, dalle incompatibilità ulteriori rispetto a quelle dettate per il pubblico impiego. Le immunità, prerogative e i privilegi inerenti lo status giuridico del funzionario diplomatico sono riconosciuti dagli accordi e convenzioni internazionali. I gradi della carriera diplomatica sono ambasciatore, ministro plenipotenziario, consigliere d’ambasciata, primo segretario, secondo segretario.

REQUISITI - Sono requisiti essenziali per accedere alla carriera diplomatica: cittadinanza sammarinese; laurea magistrale o laurea conseguita secondo il vecchio ordinamento universitario in scienze internazionali e diplomatiche, giuridiche, politiche, economiche, umanistiche o titolo di studio conseguito all’estero dichiarato equipollente; ottima conoscenza della lingua inglese scritta e parlata; buona conoscenza di una seconda lingua straniera; non aver superato il compimento del 40° anno di età; non aver subito condanne penali per reati non colposi che comportino restrizione della libertà personale per un tempo non inferiore a un anno; non avere procedimenti penali in corso a San Marino e all’estero per reati non colposi che comportino l’interdizione dai pubblici uffici.

INCOMPATIBILITÀ - Per i funzionari diplomatici valgono le norme di incompatibilità previste per i dipendenti della Pubblica amministrazione. Il ruolo di funzionario diplomatico è inoltre incompatibile non solo con quello di membro del Consiglio Grande e Generale (qualora un consigliere acceda alla carriera diplomatica, dovrà presentare entro tre mesi dalla nomina le proprie dimissioni dall’incarico) ma anche con l’incarico di presidente o vice-presidente, segretario generale o direttore o funzione assimilabile di organizzazioni degli imprenditori e dei lavoratori o di Comunità dei sammarinesi all’estero.

AVANZAMENTO NELLA CARRIERA DIPLOMATICA – La decisione in merito all’avanzamento nei gradi della carriera diplomatica, riporta il capo II del pdl, viene deliberata dal Congresso di Stato su proposta motivata del segretario agli Esteri e con successiva presa d’atto della Commissione Esteri. Decisione che deve basarsi sulla sussistenza dei seguenti requisiti obbligatori: per accedere al grado di primo segretario, occorrono 4 anni di servizio svolto nel grado di secondo segretario; per accedere al grado di consigliere d’ambasciata, 6 anni di servizio svolto nel grado di primo segretario; per diventare ministro plenipotenziario, 8 anni di servizio da consigliere d’ambasciata; per diventare ambasciatore, 10 anni di servizio da ministro plenipotenziario. La valutazione del servizio svolto è effettuata dal direttore di dipartimento, sentito il consiglio di dipartimento, sulla base della professionalità e della capacità acquisite nonché sull’assenza di elementi ostativi al passaggio al grado superiore.

MISSIONI DIPLOMATICHE E CONSOLATI - San Marino, nelle relazioni con altri Stati, enti e organizzazioni internazionali, si avvale di proprie rappresentanze diplomatiche, denominate "missioni diplomatiche", che si articolano in ambasciate presso Stati e missioni e delegazioni permanente presso enti o organizzazioni internazionali, e di propri uffici consolari all’estero. Il Consiglio ratifica, fra gli altri, accordi di stabilimento di rapporti ufficiali con altri Stati, atti di adesione a organizzazioni, convenzioni e accordi internazionali nonché atti di istituzione e chiusura di missioni diplomatiche e uffici consolari, adottati con decreto delegato da parte del Congresso di Stato, su proposta del segretario agli Affari Esteri, sentita la Commissione Esteri. Nessuna iniziativa, fatti salvi i casi di assoluta necessità o urgenza per la tutela dei cittadini sammarinesi e dei loro interessi e per la difesa del prestigio e degli interessi politici della Repubblica, può essere adottata dalle missioni diplomatiche e dagli uffici consolari senza la preventiva autorizzazione o assenso del segretario agli Esteri.

DURATA - Ogni incarico diplomatico come rappresentante non residente assegnato a funzionari diplomatici di carriera ha una durata massima di sei anni, prorogabile di un ulteriore anno in presenza di comprovate motivazioni, dietro autorizzazione del segretario agli Esteri. I funzionari diplomatici di carriera vengono destinati alle sedei all’estero per un periodo minimo di due anni e uno massimo di quattro in una stessa sede. I funzionari diplomatici di carriera riprendono servizio al dipartimento Affari Esteri per un periodo minimo di tre anni. Per esigenze di servizio il funzionario diplomatico può essere destinato direttamente a seconda sede estera.

RETRIBUZIONI E RIMBORSI - La retribuzione di sede, riporta l’allegato B del pdl, si calcola come segue: l’ammontare di base, pari a mille euro, viene moltiplicato per il coefficiente corrispondente all’indice di costo della vita nella città di destinazione (New York: 1, Ginevra: 1,09; Bruxelles, Strasburgo e Vienna: 0,87; Roma: 0,86). L’ammontare ottenuto viene moltiplicato per il coefficiente relativo al grado di accredito diplomatico nella sede all’estero (primo segretario: 1; consigliere d’ambasciata: 1,04; ministro plenipotenziario: 1,08; ambasciatore-capo missione: 1,12). A seguire viene poi moltiplicato per il coefficiente relativo alle persone a carico (il coniuge o convivente non esercitante un’attività retribuita e i figli non oltre il 25° anno di età e conviventi). Il coefficiente per la prima persona a carica è pari a 1,5. Ogni ulteriore persona corrisponde a un incremento di 0,1 del valore corrispondente alla prima persona a carica. La retribuzione di sede è erogata in euro ed è liquidabile e pensionabile alla pari dello stipendio. Al funzionario vengono rimborsate le spese riguardanti il canone di locazione di un alloggio ammobiliato e relative spese condominiali, la fornitura di elettricità, gas e acque, le spese di assicurazione obbligatoria e quelle relative a oneri obbligatori locali nonché di manutenzione dell’alloggio, spese telefoniche, spese di pulizia e ogni altra spesa ulteriore. Inoltre il funzionario ha diritto ogni anno al rimborso di due viaggi a/r effettuati a titolo personale della sede di accredito a San Marino o al luogo di residenza. Tali rimborsi includono i viaggi di eventuali famigliari a carico e conviventi. Al funzionario e alle eventuali persone a carico conviventi viene garantita una copertura sanitaria equivalente a quella corrisposta dal servizio sanitario sammarinese. Al funzionario vengono rimborsate le spese di iscrizione scolastica e quelle per eventuali rette scolastiche sostenute per figli a carico e conviventi in età pre-scolare e scolare, fino all’eventuale completamento della scuola secondaria superiore.

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI