Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
Martedì 20 Agosto 2019 |

Eventi, News 14 Aprile 2016

Incremento di incassi e presenze per la stagione teatrale di San Marino

Quasi 5.900 spettatori hanno affollato i teatri Nuovo e Titano per assistere a 22 spettacoli

La stagione 2015-2016 di San Marino Teatro ha chiuso il bilancio con risultati davvero ottimi: aumentate sia le presenze, +32% al teatro Nuovo di Dogana (3.723 spettatori) e +35% al teatro Titano di Città (2.146 spettatori), sia gli incassi (+18%), a fronte di un budget ridotto dell’11% rispetto all’anno precedente. Grazie alla formula della collaborazione con privati a rischio d’impresa, sono stati in totale 5.869 gli spettatori che hanno affollato i due teatri della Repubblica di San Marino, dallo scorso 21 ottobre all’altro ieri, per assistere ai 22 appuntamenti culturali di grande rilevanza (quattro spettacoli in abbonamento al Nuovo più tre fuori abbonamento; al Titano quattro spettacoli per la rassegna "Microphonie", tre appuntamenti per la rassegna "Lo schermo sul leggio", cinque appuntamenti per "Sperimental(a)mente" e uno fuori abbonamento).

LO SHOW DELLA RAFFAELE IL PIÙ SEGUITO - Vincente è stata la suddivisione in rassegne tematiche differenziata con l’introduzione della possibilità di abbonarsi a tutti i segmenti della stagione teatrale introducendo la possibilità di riservarsi i posti migliori sia a "Sperimental(a)mente" sia a "Lo schermo sul leggio". Confermato e addirittura aumentato, invece, il gradimento per la rassegna pomeridiana domenicale "Lo schermo sul leggio" ideata da Ivano Marescotti, che si attesta con una media oltre alle 200 presenze per appuntamento ("Io non ho paura" con Marina Massironi, "Il piccolo Nicolas e i suoi genitori" con Vito e "Il nome della rosa" con Ivano Marescotti). Ampia l’adesione delle scuole con 216 studenti, cui va sommata la copiosa presenza per l’Hamlet del Shakespeare Globe Theatre di Londra (oltre le 500 unità su 700 presenti al teatro Nuovo per partecipare alla serata conclusiva del cartellone sammarinese 2015-2016) e la partecipazione di 850 studenti di Medie Inferiori, Elementari e Scuola Infanzia a "Diversiàmoci - Itinerari creAttivi per le giovani generazioni", il percorso teatrale che si inserisce nel contesto di "Teatro e cittadinanza" promosso dal dipartimento delle Scienze Umane dell’Università di San Marino con il sostegno dell’Authority Pari Opportunità. Al Nuovo di Dogana l’appuntamento che ha riscontrato maggior numero di spettatori è stato quello che ha visto la comica romana Virginia Raffaele e la sua "Performance" (866), seguito da "La Lupa" con Lina Sastri (412) e "Il mio nome è Nessuno - L’Ulisse" con Sebastiano Lo Monaco (391). Nella rassegna "Microphonie", per numero di presenze, sul gradino più alto del podio sale "Rock Bazar" con Massimo Cotto e Cristina Donà (1° posto, 208), seguito da "Il pranzo di Babette" con Lella Costa (2° posto, 203) mentre per la nuova rassegna "Sperimental(a)mente" i due appuntamenti più seguiti sono risultati "La dolce guerra" di e con Elena Ferrari e Mariano Arenella (130) e "Finisce per A" con Patrizia Bollini (127).

SODDISFATTI GLI ISTITUTI CULTURALI - Gli Istituti culturali della Repubblica di San Marino, soddisfatti e galvanizzati dal risultato, nel proseguire il cammino intrapreso con successo nella stagione appena conclusa, fanno sapere di essere già al lavoro per programmare il prossimo cartellone, con l’intenzione di introdurre ulteriori novità e tentando di portare anche a San Marino, attraverso formule "a rischio d’impresa", spettacoli di respiro internazionale. "Abbiamo concluso benissimo la stagione teatrale con l’Hamlet del Shakespeare Globe Theatre di Londra, uno dei tanti esperimenti che l’hanno contraddistinta e che speriamo di riuscire a mettere in campo anche il prossimo anno per garantire il maggior numero di spettacoli alla popolazione offrendo nicchie di specifico interesse" ha dichiarato Paolo Rondelli, direttore degli Istituti culturali della Repubblica di San Marino, durante una conferenza stampa tenutasi ieri mattina nella sede ubicata in contrada Omerelli. Lo stesso Rondelli, dopo aver annunciato che ci saranno nella prossima stagione teatrale spettacoli dedicati al bombardamento di San Marino nel 1944, alla storia del Teatro Titano e ai grandi classici della letteratura quali "Il Gattopardo" di Giuseppe Tomasi di Lampedusa e "Un cavaliere inesistente" di Italo Calvino, si è anche lamentato dell’eccessiva burocrazia presente nell’antica Repubblica: "Un’idea su cui lavorare potrebbe essere quella di garantire la residenza artistica per periodi limitati, in modo da ottenere la ‘prima’ di spettacoli importanti a San Marino. Inoltre, per essere più attrattivi rispetto agli altri teatri del circondario, andrebbero ottimizzate alcune formule di rischio di impresa per snellire la procedura sul trattamento di permessi operativi. In questo senso stiamo ragionando e lavorando su uno Sportello unico per le imprese di spettacolo".

Andrea Lattanzi

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI