Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
Giovedì 23 Maggio 2019 |

News 15 Aprile 2016

Aeroporto “Fellini”, ora c’è il piano di sviluppo

Presentate le nuove rotte: entro dicembre si vola verso Olbia, Amsterdam e Bonn

Aeroporto “Fellini”, ora c’è il piano di sviluppo

Il piano di rilancio per l’aeroporto internazionale "Fellini" di Rimini e San Marino è pronto. Lo ha presentato in conferenza stampa l’amministratore delegato e rappresentante del socio promotore di AiRiminum, Leonardo Corbucci insieme al presidente Laura Fincato. Con la sicurezza del diritto ad essere gestore dello scalo per i prossimi 30 anni dopo la sentenza del Consiglio di Stato del marzo scorso, la società è pronta le linee di sviluppo per i prossimi anni. I principali cantieri progettuali sono già stati avviati e inizieranno a mostrare i primi veri effetti nel 2017. Si tratta del consolidamento del mercato di riferimento, di un maggior radicamento dei rapporti con il territorio attraverso un’azione di network di rotte regolari e consolidate, ma soprattutto i piani di AiRiminum comprendono "l’avvio di un innovativo modello di marketing per lo sviluppo del traffico passeggeri nel panorama italiano, basato su fondi di natura privata che si andranno ad affiancare ai programmi di investimento già pianificati dagli enti pubblici, mentre a livello internazionale è previsto l’avvio di relazioni commerciali con Paesi strategici soprattutto del Far East, oltre al rafforzamento delle già avviate relazioni istituzionali e commerciali con la Federazione Russa".

Al marketing si affianca un obiettivo di livello economico. Il piano prevede "il rafforzamento delle condizioni di economicità aziendale attraverso l’incremento dei ricavi da attività non-aviation e l’efficientamento del modello di business, oltre all’avvio del business model della linea cargo specializzato in grado di far leva su alcune caratteristiche strutturali rilevanti, quali la lunghezza della pista, la più lunga d’Italia dopo Fiumicino e Malpensa". Infine, "un punto programmatico importante riguarda l’avvio del progetto strategico di sistema di sicurezza dell’aeroporto".

Durante la presentazione, intitolata "Il giorno della Rinascita", è stato piantato nel piazzale antistante lo scalo un giovane albero di magnolia, simbolo di forza, dignità e costanza nell’affrontare le difficoltà della vita. Si è anche colta l’occasione per fare il punto sulle numerose nuove rotte in fase di implementazione, che collegheranno Rimini con Olbia, San Pietroburgo, Krasnodar, Ekaterinburg e Samara in Russia, Berlino, Dusseldorf, Norimberga, Karlsruhe e Stoccarda, Amsterdam, Minsk, Praga, Bruxelles, Helsinki, Lussemburgo, Zurigo, Riga e Tallinn. I nuovi collegamenti andranno ad aggiungersi, entro il 31 dicembre 2016, a quelli già attivi verso Catania, Mosca e Tirana. Per il periodo settembre-ottobre 2016 ci saranno inoltre voli charter out going verso Palma di Maiorca, Rodi, Ibiza, Kos e Heraklion. "Il mandato del cda - ha aggiunto Corbucci - è sviluppare il traffico. Dobbiamo definire il masterplan che ci guiderà per i prossimi 10 anni; una fase delicata perché, se questi impegni non verranno rispettati la concessione verrà revocata. Serviranno almeno 18 mesi per delineare il programma futuro. Nei nostri obiettivi, oltre a potenziare l’incoming turistico c’è l’outgoing verso destinazioni importati e l’entrata nel settore fieristico. Fiera di Rimini lo scorso anno, ha visto 2 milioni di visitatori e intercettare anche solo il 5% di questi è importante. Se, nel prossimo futuro, questo non si realizzerà sarà la prima delle nostre sconfitte".

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI