Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
Mercoledì 18 Ottobre 2017 |

News 28 Maggio 2016

Pedini Amati e Lazzari propongono una coalizione tra Riformisti e movimenti

I due indipendenti puntano a mandare Dc e Ap all’opposizione

Pedini Amati e Lazzari propongono una coalizione tra Riformisti e movimenti

Un nuovo capitolo della politica sammarinese sta per iniziare. A tirarne le fila i due consiglieri indipendenti Federico Pedini Amati e Luca Lazzari che, insieme a Massimo Valentini, anticipano ai microfoni di San Marino Rtv le loro intenzioni per il futuro. Un futuro "in rosso", ma non proprio, perché i tre strizzano l’occhio ai movimenti nati negli ultimi anni all’ombra delle tre Torri.

"Siamo nel tavolo riformista e attraverso questo abbiamo intenzione di portare avanti un progetto più ampio di riaggregazione delle sinistre – spiega nell’intervista il consigliere indipendente Federico Pedini Amati -. Una riaggregazione che nello stesso tempo dovrebbe andare verso i movimenti civici, che sono quelli che oggi richiede la cittadinanza". La premessa fatta è che se questo progetto non andasse in porto, la direzione dei due consiglieri indipendenti è verso i movimenti.

L’importanza dei movimenti come Rete e Civico 10 è stata sancita una volta di più dal recente appuntamento elettorale con i referendum, che ha portato tantissimi sammarinesi alle urne.

"Lo abbiamo visto anche nella ultima tornata referendaria – continua Pedini Amati nell’intervista al sito di Rtv - dove la cittadinanza sembra che abbia premiato di più il nuovo modo di fare politica. Spazio conquistato dai movimenti anche nelle passate elezioni e spazio che continuano ad avere tra il popolo; a palazzo ovviamente la visione è molto diversa ma noi pensiamo che oggi la politica si possa e si debba evolvere".

"Non siamo contro qualcuno - sottolineano i tre - ma un partito conservatore come la Dc deve stare all’opposizione a garanzia delle riforme. Ap – aggiungono - è da dieci anni al governo e ha una visione economica molto pericolosa per l’identità e la sovranità della Repubblica".

Affermazioni che in somma, il consigliere Pedini Amati, ribadisce in un concetto chiarissimo: "Il nostro è l’unico percorso possibile che i sammarinesi premierebbero. Il resto è una reunion dell’esistente. Bisogna ricostruire un rapporto politico con l’Italia".

Con l’appello dei due indipendenti il Tavolo Riformista è sempre più indeciso sulle politiche delle alleanze

Con la proposta dei consiglieri indipendenti Lazzari e Pedini di portare il Tavolo Riformista a dialogare con i movimenti civici, si aprirà uno scenario, sulle politiche delle alleanze, assolutamente particolare.

Infatti alla presa di posizione dell’ex SU e dell’ex PS si deve aggiungere la presa di posizione del capogruppo del Partito Socialista Alessandro Mancini che, proprio in un nostro approfondimento, aveva esplicitato con chiarezza la voltà del suo partito di procedere ad un’allenaza con la Democrazia Cristiana giustificandola, a ragion veduta, con l’emergenza del Paese e con la necessità di aggregare le forze maggiormente rappresentative per far fronte alle difficoltà. Posizione, quest’ultima, in contrasto con quello proposto dagli indipendenti e dalla linea politica di Sinistra Unita, anche lei seduta al Tavolo Riformista, che da sempre chiede un progetto politico alternativo all’area conservatrice. Nel mezzo c’è sempre il Psd che vorrebbe evitare di parlare di alleanze adesso per non creare dissapori nel proprio partito. Ci si chiede dunque se nei prossimi giorni si arriverà alla resa dei conti riformista o si continuerà con gli annunci sui giornali senza poi essere conseguenti, come avvenuto fino a questo momento

RIUNIONE IL 31 MAGGIO - Intanto è stato fissato per la serata di martedì 31 maggio l’incontro con il Tavolo riformista. Una riunione sollecitata dal Partito Socialista, dopodichè si avranno maggiori elementi per capire chi deciderà di proseguire nell’elaborazione del progetto inizialmente nato dall’impulso di Psd, Sinistra Unita, Ps e l’indipendente Denise Bronzetti, a cui si sono aggregati anche gli indipendenti d’opposizione Pedini Amati e Lazzari e che ha sempre goduto del sostegno del Lab-Dem Simone Celli.

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI