Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
16 Giugno 2019 |

News 16 Marzo 2016

Consiglio, scatta l’ora di Andreoli

Si inizia questa mattina. Le dimissioni dei consigliere del Ps e il tema della sanità scalderanno l’aula

Consiglio, scatta l’ora di Andreoli

Tutto pronto oggi scatta il Consiglio Grande e generale, alle ore 9 i parlamentari sammarinesi torneranno a Palazzo. La sessione continuerà, come da convocazione, fino a martedì. Si comincerà in comma comunicazioni, con le dimissioni annunciate dal socialista Paride Andreoli che ha anche anticipato la lettura della mail che, quest’estate - afferma - gli preannunciava una serie di problemi politici e personali che si sono puntualmente verificati. L’ufficio di presidenza ha garantito all’ex capogruppo del Ps cinque minuti in più per spiegare all’aula le motivazioni che lo hanno costretto a rassegnare le sue dimissioni. Scatterà quindi l’ora di Andreoli già dalle prime ore del mattino.

Successivamente si resterà ancora in casa socialista con le dimissioni, già presentate alla Reggenza, di Rossano Fabbri. Dovrebbe sostituirlo Augusto Casali che, però, non sembra ancora aver deciso il da farsi. Stessa scelta spetterà ad Antonio Volpinari, una volta uscito dall’Aula Andreoli. La girandola socialista comporta anche le dimissioni del neo-capogruppo Mancini dall’Ufficio di Segreteria e le sostituzioni, già all’ordine del giorno, nella Commissione affari di giustizia e nel gruppo che fa parte dell’Unione Interparlamentare. Nel primo giorno di lavori l’elezione dei Capitani Reggenti per il prossimo semestre, elezione che ha lasciato più di uno strascico in maggioranza. I due reggenti designati sono Ugolini del Pdcs e Berti di Noi Sammarinesi.

Dopo l’elezione dei nuovi Capitani Reggenti ci sarà il comma sul "gradimento del Direttore Generale della Banca Centrale della Repubblica di San Marino", che di fatto delineerà la nuova governance di Bcsm. Un passaggio formale, il gradimento della decisione che avrà assunto il Consiglio Direttivo di Banca Centrale, che sicuramente ha già sciolto le sue riserve sul candidato ideale ad assumere la guida operativa in Via del Voltone. Ovviamente vige il massimo riserbo sul prescelto, come è giusto che sia, anche se si suppone che nella recente riunione a Palazzo Begni, con i Capigruppo Consiliari, siano state fornite le informazioni necessarie. La persona che si insedierà da subito al suo ufficio in Banca Centrale, avrà, come noto, una forte esperienza maturata inautorità di vigilanza e intermediari bancari e finanziari di primario livello internazionale, unitamente alla capacità di gestire situazioni complesse, come prevedeva l’ordine del giorno votato nel Consiglio di giugno, con approccio innovativo e strategico. Il nuovo DG dovrà anche conoscere le norme del settore, per assicurare al sistema sammarinese un adeguato percorso di crescita e sviluppo.

Poi sarà la volta del dibattito sulla sanità dopo l’audizione dei vertici dell’Iss in commissione con la votazione dell’odg presentato da Civico 10, Sinistra Unita e Upr, per verificare la permanenza dei requisiti che hanno portato alla nomina del Direttore Generale dell’Iss.

Arrivano in prima lettura la disciplina dei reati informatici e le modifiche alla legge elettorale e a quella del referendum, per le quali sarà richiesta la procedura d’urgenza. I cambiamenti previsti riguardano l’ammissibilità al voto presso il Seggio Speciale, le modalità di scelta dei Presidenti di seggio e degli scrutatori, l’identificazione degli elettori privi di documenti e, solo per la consultazione referendaria, il termine per la costituzione del comitato contrario. Approdano, in seconda lettura, le modifiche del governo alla legge sulla cittadinanza che fanno diventare automatico un provvedimento fino ad ora straordinario - e che sono state contestate in questi giorni dal Comites - e sullo stesso tema il progetto presentato da Civico 10. Due le istanze d’Arengo ancora da esaminare: la richiesta di inserire disposizioni di legge sull’eutanasia e di realizzare il bacino imbrifero di Gorgascura e una strada sopra la diga per collegare Gualdicciolo con Fiorentino e Chiesanuova. Chiudono l’ordine del giorno 6 decreti. Fra questi la proroga del fabbisogno di personale ausiliario nel settore pubblico allargato.

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI