Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
Lunedì 20 Novembre 2017 |

News 27 Maggio 2016

Il Paese in festa per il Corpus Domini

Il vescovo Turazzi, durante l’omelia, ha invitato i cittadini e le istituzioni a occuparsi dei problemi dell’umanità

Il Paese in festa per il Corpus Domini

Si sono tenute ieri, nel primo giovedì dopo la Pentecoste, nel centro storico di San Marino le celebrazioni del Corpus Domani allietate dal sole piacevole. Una delle principali solennità dell’anno liturgico della Chiesa cattolica nacque nel 1247 nella diocesi di Liegi, in Belgio, per celebrare la reale presenza di Cristo nell’eucarestia in reazione alle tesi di Berengario di Tours, secondo il quale la presenza di Cristo non era reale, ma solo simbolica. Il papa Urbano IV, con bolla Transiturus dell’11 agosto 1264, da Orvieto dove aveva stabilito la residenza della corte pontificia (non andrà mai a Roma), invece, estese la solennità a tutta la Chiesa.

La cerimonia è iniziata con la formazione di un corteo che ha accompagnato i Capitani Reggenti, Gian Nicola Berti e Massimo Andrea Ugolini, alla Basilica del Santo. Ad aprire il corteo due agenti della Polizia civile, il Concerto militare, la Milizia, due donzelli, la Reggenza affiancata dalla Guardia d’Onore del Consiglio Grande e Generale e altri del seguito mentre a chiudere il corteo un picchetto di Guardie di Rocca.

All’ingresso della Basilica del Santo c’era ad attendere i capi di Stato il Cappellano del Santo.

I Capitani Reggenti Berti e Ugolini hanno preso posto sul trono con accanto il maggiordomo. Al lato del trono hanno prestato servizio d’onore due ufficiali della Guardia d’Onore del Consiglio. Il seguito ha preso posto nella navata dietro l’Altare maggiore.

Alla più alta carica religiosa della Diocesi di San Marino-Montefeltro, il vescovo Andrea Turazzi, il compito di celebrare la Santa Messa.

Nell’omelia il vescovo ha sottolineato l’importanza del dono e ricordato le realtà sammarinesi e feretrane che prendono sul serio i problemi di oggi dell’umanità. Ad assistere alla funzione, oltre ai fedeli, anche alcuni tra i massimi rappresentanti delle istituzioni sammarinesi. Al termine della celebrazione liturgica, i Capitani Reggenti e il seguito, nello stesso ordine con il quale sono giunti in Basilica, sono rientrati al Pubblico Palazzo. Il corteo è stato scortato dalla Guardia d’Onore del Consiglio Grande e Generale. A distanza di alcuni minuti, è partita dalla Basilica del Santo anche la Processione con il Santissimo Sacramento. A seguire il Concerto militare e la Milizia.

Successivamente la Processione è giunta nella Piazza della Libertà. Al centro della parte della piazza compresa fra il Pubblico Palazzo e la statua della Libertà, mentre i militari erano schierati lungo il muro che delimita il Pianello, è stato collocato un tavolo ricoperto da un drappo rosso e con ai lati candelieri accesi. Su questo tavolo è starto deposto il Santissimo Sacramento.

La Reggenza si è poi affacciata al balcone centrale del Palazzo Pubblico per assistere all’ostensione del Corpus Domini e alla benedizione sulla Repubblica invocata dal vescovo Turazzi.

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI