Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
17 Dicembre 2017 |

News 27 Maggio 2016

Fondiss, Civico 10 e Sinistra unita contro i democristiani: “Rispettino la volontà espressa dagli elettori nel 2014”

I due partiti si dicono disponibili, nei confronti del Comitato amministratore, per rivedere le norme

Fondiss, Civico 10 e Sinistra unita contro i democristiani: “Rispettino la volontà espressa dagli elettori nel 2014”

"È veramente incredibile che nonostante siano passati due anni dal referendum che ha, grazie al cielo, evitato che i poteri forti e gli interessi economici della Repubblica si insinuassero dentro Fondiss, la Dc ancora non abbia capito il messaggio elettorale e continui imperterrita ad attribuire a quel referendum tutte le colpe del mondo. Ed è ancora più assurdo il fatto che lo continui a fare nonostante il cambio radicale di atteggiamento da parte del Comitato amministratore che, negli ultimi tempi, si è giustamente posto in un atteggiamento dialogante e costruttivo, in primis con le forze politiche ma anche e soprattutto con i cittadini, coloro che versano i loro soldi nella Previdenza Complementare e ai quali vanno date risposte e informazioni". Con queste parole Sinistra unita e Civico 10, attraverso una nota congiunta, replicano al Partito democratico cristiano sammarinese che, proprio l’altro giorno, era intervenuto sulla questione Fondiss affermando che è necessario intervenire sulle norme per dare al comitato amministratore di Fondiss tutti gli strumenti utili al rilancio e alla piena operatività del fondo di previdenza complementare per tutelare i risparmi di tutti i lavoratori.

Sia Su sia C10 dichiarano di aver apprezzato l’atteggiamento del comitato non solo "per quanto evidenziato nella serata di presentazione del bilancio" avvenuta nella settimana scorsa ma anche "per quanto reso noto alle forze politiche in alcuni recenti incontri". Su tutti l’aver "chiaramente mostrato alcune criticità della legge attuale, in particolare riguardo al tema delle garanzie sul mantenimento dell’integrità del capitale versato, ai rapporti con l’autorità di vigilanza, al trattamento fiscale dei contributi, ai costi di Fondiss, alla composizione del consiglio di amministrzione e ad altri aspetti" su cui, da parte dei due partiti, il dialogo "è aperto nella direzione di dare massima funzionalità alla norma del 2011 che i cittadini hanno confermato col referendum del 2014".

Per Sinistra unita e Civico 10 è "curioso che proprio la Dc e il suo segretario Mussoni, anziché dare attuazione a quanto evidenziatoci da Fondiss oramai tre mesi fa attivando un confronto con le forze politiche, preferisca stare sui giornali a blaterare la solita pappardella che sentiamo da 2 anni sui danni provocati dal referendum".

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI