Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
17 Dicembre 2017 |

Sport 25 Maggio 2016

Domani sera Tre Penne e Fiorita si giocano lo scudetto: interviste, aneddoti e curiosità in uno speciale di 4 pagine

Domani sera Tre Penne e Fiorita si giocano lo scudetto: interviste, aneddoti e curiosità in uno speciale di 4 pagine

Friguglietti "Non ho mai giocato una gara così importante"

Di gol ne ha segnati tanti, più di 250. Ora si appresta a giocare la finale di campionato, per lui è la prima volta in assoluto. Daniele Friguglietti è carico, ha voglia di far valere la sua classe e ancora una volta dovrà cercare di sfruttare al meglio il suo istinto da goleador e uomo d’area. Il suo Tre Penne è arrivato all’ultimo atto dopo una stagione incredibile: un solo passo per la storia, 90 minuti e sapremo chi vincerà il campionato. Il bomber di razza Daniele Friguglietti si racconta, parla della Fiorita e della forza del suo collettivo, del capitano Selva e spera riuscire a segnare anche in finale ma soprattutto, come è ovvio che sia, spera di vincere.

Friguglietti, meno di 24 ore all’ultimo atto del campionato, per lei è la prima finale di campionato sammarinese. Sente un po’ la tensione?

"Sinceramente ancora non la sento ma credo che inizierà a salire quando arriverò al San Marino Stadium".

Una grande finale: Tre Penne-Fiorita, che partita si aspetta?

"Sarà una bella partita dove entrambe le squadre cercheranno di imporre il proprio gioco, poi la differenza la faranno gli episodi".

Incontrerete appunto la Fiorita, cosa teme di loro?

"La Fiorita è una grande squadra. Temo il collettivo. Hanno tutto per vincere anche il campionato: velocità sulle fasce, due ottimi attaccanti, un centrocampo molto tecnico e una difesa rognosa oltre ad un ottimo portiere. Noi non siamo da meno e sarà una gara spettacolare".

Si aspettava la Fiorita in finale o pensava di ritrovare la Folgore?

"No, sinceramente mi aspettavo la Folgore perché oltre alla gran rosa che hanno a disposizione, contro di noi sia in Coppa ed in campionato ci avevano messo in grossa difficoltà e in più era una delle grandi favorite. Però ogni partita ha una storia a sé e vincere non è mai facile. Credo però che per quello che si è visto durante la stagione questa è la finale più giusta".

In Coppa Titano avete perso in semifinale proprio con i gialloblù: può essere una rivincita la sfida di giovedì?

"Giocheremo la nostra partita, cercheremo di metterli in difficoltà e poi vedremo chi alzerà la coppa. Siamo pronti".

La Fiorita ha vinto la Coppa Titano, ha giocatori molto esperti, uno su tutti Andy Selva: cosa pensa di lui?

"Per questo campionato è un lusso: può farti la giocata in qualsiasi momento, i numeri e la carriera dicono che è un grande calciatore".

Dopo tutti i gol che ha realizzato, una rete in finale non sarebbe male. Ci spera?

"Credo che segnare in una finale sia un pò il sogno di tutti non solo degli attaccanti. Ma la cosa più importante è vincere la finale e andare in Champions League".

Di gol ne ha segnati tanti, più di 250. Ora si appresta a giocare la finale di campionato, per lui è la prima volta in assoluto. Daniele Friguglietti è carico, ha voglia di far valere la sua classe e ancora una volta dovrà cercare di sfruttare al meglio il suo istinto da goleador e uomo d’area. Il suo Tre Penne è arrivato all’ultimo atto dopo una stagione incredibile: un solo passo per la storia, 90 minuti e sapremo chi vincerà il campionato. Il bomber di razza Daniele Friguglietti si racconta, parla della Fiorita e della forza del suo collettivo, del capitano Selva e spera riuscire a segnare anche in finale ma soprattutto, come è ovvio che sia, spera di vincere.

Friguglietti, meno di 24 ore all’ultimo atto del campionato, per lei è la prima finale di campionato sammarinese. Sente un po’ la tensione?

"Sinceramente ancora non la sento ma credo che inizierà a salire quando arriverò al San Marino Stadium".

Una grande finale: Tre Penne-Fiorita, che partita si aspetta?

"Sarà una bella partita dove entrambe le squadre cercheranno di imporre il proprio gioco, poi la differenza la faranno gli episodi".

Incontrerete appunto la Fiorita, cosa teme di loro?

"La Fiorita è una grande squadra. Temo il collettivo. Hanno tutto per vincere anche il campionato: velocità sulle fasce, due ottimi attaccanti, un centrocampo molto tecnico e una difesa rognosa oltre ad un ottimo portiere. Noi non siamo da meno e sarà una gara spettacolare".

Si aspettava la Fiorita in finale o pensava di ritrovare la Folgore?

"No, sinceramente mi aspettavo la Folgore perché oltre alla gran rosa che hanno a disposizione, contro di noi sia in Coppa ed in campionato ci avevano messo in grossa difficoltà e in più era una delle grandi favorite. Però ogni partita ha una storia a sé e vincere non è mai facile. Credo però che per quello che si è visto durante la stagione questa è la finale più giusta".

In Coppa Titano avete perso in semifinale proprio con i gialloblù: può essere una rivincita la sfida di giovedì?

"Giocheremo la nostra partita, cercheremo di metterli in difficoltà e poi vedremo chi alzerà la coppa. Siamo pronti".

La Fiorita ha vinto la Coppa Titano, ha giocatori molto esperti, uno su tutti Andy Selva: cosa pensa di lui?

"Per questo campionato è un lusso: può farti la giocata in qualsiasi momento, i numeri e la carriera dicono che è un grande calciatore".

Dopo tutti i gol che ha realizzato, una rete in finale non sarebbe male. Ci spera?

"Credo che segnare in una finale sia un pò il sogno di tutti non solo degli attaccanti. Ma la cosa più importante è vincere la finale e andare in Cham

Selva: "Queste partite regalano sempre tanti stimoli"

La settimana più importante della stagione, per Andy Selva, è cominciata con un piccolo sforzo in più: lunedì il capitano della Fiorita ha spento 40 candeline e fatto cifra tonda, proprio come il suo idolo e capitano dell’amata Roma, al secolo Francesco Totti. E proprio come il Pupone, di professione Selva fa ancora il trascinatore di una squadra che punta alla doppietta e, di conseguenza, a giocare i preliminari di Champions League, esattamente come i giallorossi.

Selva, cosa si prova a giocare una gara così importante dopo aver compiuto 40 anni?

"Le finali hanno sempre un sapore dverso, continuano a darmi stimoli ed emozioni anche alla mia età. Poter giocare una finale che assegna lo scudetto è stupendo, riuscire a farlo dopo un’annata come questa è ancora più bello. In tanti, fino a qualche mese fa, ci davano per morti invece prima abbiamo vinto la Coppa Titano e poi siamo arrivati in finale in campionato. Per fortuna che il ciclo della Fiorita doveva essere finito...".

Che partita si aspetta domani sera?

"Innanzitutto una bella partita, perchè di fronte ci saranno le due squadre che hanno dominato il campionato nei rispettivi gironi. Di solito le finali sono spesso brutte e anche bloccate, ma in campo il tasso tecnico sarà altissimo e quindi mi aspetto una gara stupenda e ricca di emozioni".

La Fiorita come arriva a questo appuntamento?

"Nel modo migliore. In questa stagione abbiamo avuto diversi alti e bassi, come no, ma ora a livello psicologico siamo carichissimi e sappiamo di essere pronti".

C’è un giocatore che toglierebbe al Tre Penne?

"Al Tre Penne toglierei... il Tre Penne, nel senso che l’organico è talmente forte e completo che non sarebbe giusto fare un nome. La squadra di Città non è Tizio o Caio, ma un gruppo unito e molto pericoloso. E poi hanno tantissimi sammarinesi di qualità".

Finora è stata la stagione migliore, sul Titano, per Andy Selva?

"Francamente non saprei dirlo. Di sicuro è stata una stagione molto divertente. Io continuo a giocare qua proprio perchè mi diverto e perchè vivo per giocare partite così importanti e prestigiose. A me non interessa diventare capocannoniere, vincere questa o quella coppetta individuale o altri riconoscimenti. Io gioco solo per divertirmi e per andare in Europa, possibilmente vincendo almeno un trofeo. In Coppa Titano è andata bene, ora puntiamo al bis".

Con Marco Martini, poi, l’intesa è perfetta.

"In campo ci troviamo bene, d’altronde siamo quasi coetanei...".

A proposito: cosa farà l’anno prossimo?

"Di sicuro giocherò i preliminari in Europa".

 

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI