Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
17 Dicembre 2017 |

Eventi, Sport 24 Maggio 2016

La storia leggendaria di Pelè raccontata in un film

La storia leggendaria di Pelè raccontata in un film

Ksenia Milas-Milyavskaya e Alessandro Tardino saranno nella Repubblica di San Marino per tenere un concerto a ingresso libero domani alle ore 18 nella Sala Fondazione San Marino Cassa di Risparmio Sums. Ad annunciarlo in una nota è l’associazione musicale Camerata del Titano. La violinista e il pianista eseguiranno musiche di Saint-Saens, Pokofiev e Paganini-Szymanovski.

Esponente di spicco della grande scuola russa e una delle violiniste più talentuose della sua generazione, Ksenia Milas-Milyavskaya ha iniziato a 4 anni il suo percorso musicale a Volgograd. Un anno dopo, su consiglio degli insegnanti, si è trasferita con la famiglia a San Pietroburgo, dove è entrata alla Scuola Speciale di Musica del Conservatorio Statale "N. A. Rimsky-Korsakov". Sin dalla tenera età ha svolto un’intensa attività concertistica: a 8 anni ha debuttato come solista con l’Orchestra Filarmonica Statale di S. Pietroburgo. È l’inizio di una carriera entusiasmante, ricca di successi e viaggi in tutta Europa. A 9 anni ha vinto il primo premio assoluto del Concorso Internazionale in Grecia (Atene, 2000). Questo premio è stato seguito da altre numerose vittorie e riconoscimenti riscuotendo sempre consensi unanimi da parte delle giurie e del pubblico in occasione di concorsi in Russia e all’estero, tra i quali il Concorso "Nuovi Nomi" in Russia (Mosca, 2000), il Concorso Internazionale dell’Assemblea Giovanile delle Arti (Mosca, 2000), il Concorso Internazionale "Patria di Tchaikovsky" (Izhevsk, 2006), il "Premio di Alto Virtuosismo" al Festival Internazionale in Bielorussia, il Concorso Internazionale "Euterpe" (Italia, 2013) e il Concorso Internazionale di Val Tidone (Italia, 2013).

Dal 1999 al 2007 è stata scelta per partecipare alla produzione del film-lezioni "Sarò un violinista".

Ksenia è stata ammessa al Conservatorio di Maastricht nel 2009 e si diploma nel 2012 sotto la guida dell’eccezionale violinista e didatta Boris Belkin. Ha frequentato vari corsi di perfezionamento con maestri di fama internazionale tra i quali Salvatore Accardo, Eduard Grach, Jan Repko, Zakhar Bron, Michaela Martin, Krzysztof Wegrzyn, Oleksandr Semchuk ed altri.

Ha condotto una costante attività concertistica che la porta ad esibirsi nelle migliori sale da concerto in Russia, Francia, Germania, Italia, Inghilterra, Irlanda, Lituania, Finlandia, Grecia, Svizzera, Cina, San Marino, ecc.

Ha collaborato con vari direttori d’orchestra, tra i quali Lit Gregory (Usa), Darrell Ang (Singapore), Vasily Petrenko (Russia-Norvegia), Anatoliy Ribalko (Russia), Ronald Masin (Germania), Denis Shapovalov (Russia), Carlo Tenan (Italia) e molti altri.

Dal 2015 ha collaborato con il pianista Bruno Canino, una vera e propria leggenda nel mondo della musica da camera.

Oltre all’intensa attività concertistica, Ksenia non ha tralasciato la strada dell’insegnamento: ha insegnato alle Accademie Musicali di Firenze, di Roma e di Mantova. Dal 2010 insegna all’Accademia Pianistica Internazionale "Incontri con il Maestro" di Imola, trasmettendo con passione gli insegnamenti della prestigiosa scuola violinistica ai suoi numerosi alunni.

Figlio d’arte, Alessandro Tardino è nato nel 1987 e ha iniziato i suoi studi musicali al Conservatorio di Frosinone con Pietro Romano, flautista, e Cecilia De Dominicis, pianista. A 15 anni ha conseguito il diploma inferiore nei due strumenti con il massimo dei voti e ha debuttato in orchestra, sia come pianista solista - eseguendo l’Andante Spianato e Grande Polacca Brillante di Chopin - sia come flautista.

Nel 2006 si è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore. Ha ricevuto dall’Associazione Concertistica Romana il premio Regione Lazio come migliore diplomato dell’anno.

Si è perfezionato all’Accademia Pianistica Internazionale "Incontri col Maestro" di Imola dove, a partire dal 2003, ha studiato con Franco Scala, Michelle Dalberto e Enrico Pace. Ha inoltre frequentato masterclass con Robert Levin, Joaquin Soriano, Vovka Ashkenazy, Zoltan Kocsis, Andrea Lucchesini, Oleg Marshev, Yang Jun e Roberto Cappello. Nel 2013 ha conseguito il diploma accademico. Ha partecipato alla stagione concertistica "Les Semaines Musicales" di Crans-Montana in Svizzera sia come solista, sia in formazione comeristica (trio con Eric Crambes ed Henri Demarquette, e duo con Michelle Dalberto). Fra gli impegni che l’hanno visto protagonista, sono da ricordare la partecipazione al festival "Bologna si rivela" in occasione dell’evento "Aimez vous Cage?" con la partecipazione di Bruno Canino, Antonio Ballista e Philipe Daverio e l’esibizione con l’orchestra nell’Auditorium Orchestra Verdi di Milano all’interno della rassegna sull’opera integrale di Chopin (concerto registrato e mandato in onda da Mediaset). Ha suonato nell’ambito di festival come "Mito Settembre Musica" e Maggio Musicale Fiorentino e tenuto recital in importanti sale tra cui il Teatro Manzoni, il Teatro Litta e la Galleria d’Arte Moderna di Milano, l’Accademia Filarmonica di Verona, il Teatro Comunale e il Teatro Olimpico di Vicenza, l’Accademia Filarmonica di Bologna, il Piccolo Teatro Comunale di Firenze, il Teatro Alighieri di Ravenna, il Teatro VIttoria di Torino. Nel 2011 si è esibito nell’atelier "Bau Art Basel" di Basilea. Svolge attività cameristica con il pianista Andrè Gallo e con i violinisti Stefano Delle Donne, Oleksandr Semchuk e Ksenia Milyavskaya.

Nel 2012 ha vinto il concorso di musica da camera "Giulio Rospigliosi" in duo con Stefano Delle Donne. Nello stesso anno, come solista, è risultato vincitore del "Concours International de Piano de Lyon" e si è esibito nella "Salle Molière" di Lione e nell’auditorium "George Brassens" a Saint Germain au Mont d’Or. Nel 2014 il compositore Andrea Portera ha dedicato ad Alessandro Tardino e Stefano Delle Donne la "Sonata So(g)nante" che i due artisti hanno poi presentato in prima esecuzione assoluta. Dalla scorsa estate Alessandro Tardino collabora con il violinista Pierre Amoyal accompagnando i suoi allievi al corso estivo al Mozarteum di Salisburgo. Si esibisce inoltre nella veste di camerista nella Grosse Saal del Mozarteum all’interno del Salzburger Festspiele.

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI