Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
Lunedì 20 Novembre 2017 |

Sport 21 Maggio 2016

La notte di Fiorita e Folgore: una vittoria per la finalissima

Questa sera a Montecchio si gioca l’ultima semifinale: chi vince si giocherà il titolo con il Tre Penne (ore 21)

La notte di Fiorita e Folgore: una vittoria per la finalissima

Il penultimo atto della stagione ha già un titolo: la febbre del sabato sera. Perchè alle 21 di oggi (a Montecchio) è in programma la madre di tutte le partite: Fiorita-Folgore. Chi vince raggiungerà in finale il Tre Penne e potrà continuare a sognare, chi perde chiuderà al terzo posto e con tantissimi rimpianti. Non resta che aspettare il fischio d’inizio di una partita che i due tecnici presentano così.

QUI FIORITA "La Folgore - spiega Luigi Bizzotto, allenatore della Fiorita - è fortissima, una delle squadre più attrezzate e complete di tutto il campionato, forse quella con la rosa più profonda e bene assortita. Però non sono imbattibili, specialmente nella gara secca". La Fiorita è reduce dalla vittoria contro la Juvenes, arrivata dopo la sconfitta beffarda contro il Tre Penne: "Contro la squadra di Città non ci siamo espressi al meglio ma ora conta solo vincere e mi auguro che la gara possa andare come contro la Juvenes. Davanti avremo una squadra completa, faccio davvero fatica a scegliere o nominare il giocatore più temibile, anche se in questo momento Hirsch ha qualcosa in più di tutti".

QUI FOLGORE Dall’altra parte della barricata, sulla panchina dei campioni di San Marino, c’è l’atteso ex Nicola Berardi: "La mia squadra, tranne qualche piccolo acciacco, sta abbastanza bene. Ovviamente siamo un po’ delusi per come è andata la partita con il Tre Penne ma faremo di tutto per potercela giocare di nuovo in finale. La Fiorita? Penso sia una squadra davvero molto forte e attrezzata sopratutto per giocare queste partite e sinceramente ero sicuro di doverla incontrare ancora. Sarà sicuramente una bella partita intensa. Arriviamo da una partita ben giocata ma abbiamo pagato a caro prezzo una disattenzione e se vogliano arrivare in finale dobbiamo stare concentrati ogni singolo istante e cercare di essere più incisivi davanti: creiamo tanto ma facciamo fatica a far gol. Chi toglierei alla Fiorita? Se devo fare un nome, dico Zafferani: è un ragazzo che conosco ed è in condizione ottimale".

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI