Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
Lunedì 18 Dicembre 2017 |

News 20 Maggio 2016

La Democrazia Cristiana prende atto dei risultati delle urne e conferma l’importanza di dare corso alle leggi con le modifiche proposte dai referendum

La Democrazia Cristiana prende atto dei risultati delle urne e conferma l’importanza di dare corso alle leggi con le modifiche proposte dai referendum

"Nelle serate di lunedì 16 e martedì 17 maggio si è riunita la Direzione del Partito Democratico Cristiano Sammarinese per analizzare l’esito dei 4 referendum tenutisi domenica 15 maggio scorso.

La Direzione ha espresso apprezzamento per l’elevata affluenza della cittadinanza a questa tornata referendaria che ha raggiunto il 70% degli elettori interni. Un voto differenziato per i vari referendum espresso da un elettorato attento e desideroso di rispondere attivamente ai quesiti proposti.

La Direzione del Pdcs, ha valutato molto positivamente la vittoria dei NO al referendum abrogativo della variante per il Polo della Moda, considerando la portata di questo investimento per quanto riguarda l’occupazione lavorativa, l’impiego di risorse e di aziende interne al Paese, per l’apporto di entrate nelle casse dello Stato e il rilievo dal punto di vista internazionale.

A questo proposito, la Direzione ha espresso gratitudine per il lavoro fatto dal Comitato che ha lavorato per respingere il quesito referendario, e a tutti coloro che si sono impegnati attivamente durante la campagna per dare alla cittadinanza le informazioni utili ad una scelta consapevole. La credibilità del progetto proposto e le garanzie per lo Stato sottoscritte nella Convenzione dai promotori dell’investimento hanno concorso alla scelta della cittadinanza utile alla realizzazione del Polo della Moda.

Rispetto all’esito degli altri 3 referendum, che hanno visto la vittoria dei SI, la Direzione del PDCS prende atto di tale risultato e conferma l’importanza di dare corso alle modifiche legislative utili a recepire le modifiche proposte dai referendum, nei modi e nei tempi previsti dalla normativa vigente.

La Direzione, tuttavia, ribadisce come la scelta della preferenza unica vada a detrimento della possibilità di scelta dei candidati e offrirà minori possibilità ai giovani ed alle donne in sede elettorale, pertanto conferma la posizione espressa durante la campagna referendaria.

Rispetto al referendum sul tetto degli stipendi, la Direzione ha valutato le conseguenze che tale scelta avrà specialmente sul sistema sanitario, rendendo sempre più difficile per il nostro ospedale mantenere le professionalità attuali e nel reperirne altre. Tuttavia, l’alto numero dei SI, è stato anche considerato un segnale di forte di richiamo da parte della popolazione a continuare la spending review e a ridefinire il rapporto tra lavoratori pubblici e privati.

Prendendo atto della scelta di eliminare il quorum ai referendum, la Direzione del PDCS ha anche valutato quanto mai necessario che l’opera di informazione, da parte ti tutte le forze politiche, sia fatta con la massima oggettività e non semplicemente per slogan che parlino all’emotività della gente, con il solo fine di ottenere consenso. Ha anche auspicato che lo strumento di democrazia diretta non venga utilizzato in contrapposizione al Consiglio Grande e Generale, quanto invece possa diventare un perfetto complemento dello strumento di democrazia rappresentativa.

La Direzione, infine, ha valutato l’opportunità di convocare il Consiglio Centrale del PDCS entro il mese di maggio per le valutazioni politiche utili al proseguimento dell’azione del Partito".

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI