Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
23 Settembre 2018 |

News 16 Maggio 2016

Si sono presentati alle urne 16.126 elettori

L’affluenza generale definitiva si è attestata al 47,57%, il 5,42% in più rispetto alla votazione del 2014

Si sono presentati alle urne 16.126 elettori

Rispetto ai 33.896 aventi diritto al voto, sono stati 16.126 i sammarinesi che si sono recati ieri alle urne per esprimere la propria preferenza sui quattro quesiti referendari (abolizione preferenza unica, abrogazione modifiche al Piano regolatore generale, abolizione quorum per il referendum e modifica certificazione di autenticità firme, tetto stipendi pubblici).

Di quei 16.126 votanti, 559 su 11.580 sono residenti all’estero mentre 15.567 su 22.316 interni.

ORE 12 - A mezzogiorno aveva votato il 16,60% degli aventi diritto corrispondente a 5.423 persone degli interni e 204 esteri che si sono presentati ai seggi per votare.

A pesare tanto sulla percentuale generale è stato il dato degli elettori esteri: ha votato solamente l’1,76% abbassando l’affluenza che altrimenti si sarebbe attestato sopra il 24%.

Con una percentuale di 26,31% è il Castello di Città quello che alle ore 12 ha avuto più affluenza alle urne. Seguita dai Castelli di Domagnano e Faetano. Contrariamente quello che ha avuto meno affluenza è il Castello di Chiesanuova con il 20,92%.

ORE 17 - Alle ore 17, invece, l’affluenza generale si è attestata al 35,95% (in crescita del 5,62% rispetto al referendum del 2014 in cui i cittadini dovevano esprimere la propria preferenza su abrogazione libera professione per i medici dell’Istituto per la sicurezza sociale e modifiche ai fondi pensione), per un totale di 12.187 votanti. L’affluenza degli elettori interni è del 52,63% mentre quella degli esteri del 3,81%.

È Domagnano il Castello con la percentuale maggiore di affluenza (55,90%), mentre Acquaviva è quello che ne ha avuta meno (49,29%).

ORE 20 - L’affluenza generale definitiva delle ore 20 è del 47,57% (in crescita del 5,42% rispetto al referendum del 2014) con un totale di 16.126 sammarinesi votanti. Si è recato alle urne il 69,76% dell’elettorato interno e il 4,83% di quello estero.

Il Castello con la maggiore affluenza, ancora una volta, è Domagnano (73,63%), mentre Acquaviva è quello con la minore (67,59%).

SEGRETARIO VENTURINI - "C’è stata una significativa affluenza, in un clima di serenità e tranquillità, perchè sono circa 2mila elettori in più che sono andati a votare rispetto all’ultima consulta referendaria - ha commentato a caldo il segretario di Stato agli Affari Interni, Gian Carlo Venturini, ai microfoni di San Marino Rtv -. I sammarinesi hanno da sempre dimostato la capacità di esercitare il proprio diritto di voto, i dati di affluenza generale ne sono una conferma anche in una consultazione referendaria piuttosto significativa e importante. È stato infatti confermato quel trend che si è riscontrato alle ore 17 perchè fino alle ore 12 era più o meno in linea con le consultazioni della volta precedente".

"L’espeletamento dell’esercizio del voto - ha proseguito il segretario - si è svolto normalmente, non ci sono stati problemi specifici in particolare anche se alcune segnalazioni ci sono giunte ed erano relative al fatto che alcuni presidenti se indicavano o meno, se espletare l’esercizio su tutti e quattro i referendum ma questa è una facoltà dell’elettore che può votare per tutti e quattro o uno solo a sua scelta".

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI