Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
17 Dicembre 2017 |

News 12 Maggio 2016

C10 e Upr ribadiscono:“Più sicurezza sul territorio”

Criminalità sotto tiro: i due partiti di minoranza sollecitano risposte dal governo sul fronte del contrasto e la prevenzione

C10 e Upr ribadiscono:“Più sicurezza sul territorio”

"Il caso della rapina in villa, con sequestro di persona, a San Michele ha riportato prepotentemente all’attenzione dei media il fenomeno furti in Repubblica. E’ più che normale che, di fronte a certe notizie, la cittadinanza si preoccupi e chieda soluzioni celeri alla politica. In questa fase, però. le forze di maggioranza sembrano più concentrate sulla fine della campagna referendaria, in particolar modo sul Polo della Moda, piuttosto che sull’evitare che San Marino sia percepito fuori territorio come un "Polo del furto" così Civico 10 in merito al tema sicurezza e ordine pubblico.

Il nostro movimento - continua la nota - ha più volte cercato di approfondire i temi legati alla sicurezza, cercando di dare degli input propositivi al Governo e al Consiglio Grande e Generale, suggerendo strumenti operativi e soluzioni capaci di arginare il più possibile il fenomeno, nello specifico: una ridefinizione del budget da destinare alla formazione delle forze dell’ordine e alla dotazione di nuove attrezzature con particolare riguardo all’ammodernamento del parco mezzi, del vestiario, della tecnologia che consente di individuare e reprimere la criminalità, la quantità di uomini sul territorio, in particolare nelle ore serali e sui confini; ma anche "le forme e le modalità di coordinamento dei corpi, con la necessità di addivenire ad una Centrale Unica capace di ottimizzare le risorse umane in carico alle varie Forze dell’ordine". C10 ha suggerito poi "la protezione legale per gli appartenenti ai corpi di polizia durante l’espletamento delle loro funzioni, in particolare qualora gli uomini adibiti all’intervento siano soli e quindi in assenza di testimoni; ma anche "la revisione dei regolamenti dei Corpi in collaborazione con il Dipartimento di Polizia e con il Comando Superiore delle Milizie" e "l’inserimento del processo per direttissima all’interno del Codice di Procedura Penale Sammarinese e infine "la regolamentazione degli istituti di vigilanza privata e le forme della loro collaborazione con le forze di polizia pubbliche". "Alcune di queste proposte - ribadisce Civico 10 - sono state poi recepite all’interno dell’Odg approvato a maggioranza allargata al termine del dibattito avvenuto più di un anno fa, rimasto in larga parte disatteso da parte del Governo". "I ritardi, in particolare su temi come il riordino dei corpi, hanno raggiunto livelli tragi-comici, se non fosse per la delicatezza del tema. E’ pericolosissimo, infatti - continua la nota di Civico 10 -non dare risposte adeguate quando si parla di sicurezza: fa sentire i cittadini indifesi, lasciando ampio spazio da una parte alla demagogia politica, dall’altra parte a pericolosi metodi di autodifesa del singolo quando non, addirittura, alla giustizia fai-da-te. E ancora: "invitiamo quindi per l’ennesima volta - conclude il movimento Civico 10 - Governo e Maggioranza ad accelerare gli interventi su questo tema e, soprattutto, a rispettare gli impegni che loro stessi accettano di prendere".

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI