Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
Lunedì 18 Dicembre 2017 |

Sport 11 Maggio 2016

L’orgoglio di Costantini: “La mia Juvenes/Dogana ha risposto sul campo. Da un mese ci davano tutti per morti e invece siamo ancora vivi e non molliamo”

Venerdì sera alle 21 un altro spareggio ad eliminazione diretta con il Tre Fiori

L’orgoglio di Costantini: “La mia Juvenes/Dogana ha risposto sul campo. Da un mese ci davano tutti per morti e invece siamo ancora vivi e non molliamo”

La Juvenes/Dogana, evidentemente, ha sette vite come i gatti. E, per questo motivo, non muore mai. Fabrizio Costantini, dopo la rocambolesca vittoria ai rigori contro il Pennarossa, riordina le idee e ricomincia proprio dalla fine: "Un mese fa praticamente tutti ci davano per morti e invece hanno sbagliato a fare i conti, perchè la mia Juvenes è ancora viva e non molla mai. Già contro il Tre Fiori, nel primo turno dei playoff, avremmo meritato qualcosa di più ma siamo stati sfortunati. Questa volta, invece, ci siamo rifatti con gli interessi".

EMOZIONI La sfida di lunedì sera contro il Pennarossa è terminata alle 23.45, dopo 120 minuti appassionanti e una lunghissima serie di calci di rigore, che hanno decretato la vittoria della squadra di Costantini e l’eliminazione (la prima) del Pennarossa di Manca. Riavvolgendo il film della partita, sul sintetico di Montecchio è successo praticamente di tutto: "Penna" due volte avanti prima con Giunchi nei tempi regolamentari e poi con Gualtieri nei supplementari ma sempre ripreso dalla Juvenes, a segno con Santini e Villa addirittura al 119’. "E’ stata una gara durissima - ricomincia Costantini - e di conseguenza anche molto difficile, come del resto ci aspettavamo perchè il Pennarossa ha dimostrato di avere parecchia qualità e di essere una squadra ben organizzata in tutti i reparti. Alla luce della nostra partita e di quello che avevamo fatto contro il Tre Fiori, uscire lunedì sera non sarebe stato giusto, non lo meritavamo proprio. Per fortuna, quando tutto sembrava finito, siamo riusciti a trovare il gol e ad andare ai calci di rigore. Ci credevo? Durante i primi 90 minuti, avevo paura di perdere nel caso fossimo andati ai rigori, perchè paradossakmnte stavamo giocando meglio noi del Pennarossa, tenuto in vita da un grandissimo Montanari. Poi, dopo aver pareggiato al 119’, un pensierino lo avevo fatto".

FUTURO La Juvenes/Dogana, dunque, ci crede ancora e soprattutto ha tantissima fame: "Lo abbiamo dimostrato all’inizio dei supplementari, quando l’arbitro prima ci ha concesso un rigore e poi ha optato per la punizione dal limite. In quel momento la squadra si è innervosita e ha preso il 2-1, ma poi ha reagito alla grande e ci ha creduto fino alla fine". A proposito di crederci fino alla fine, il prossimo ostacolo della Juvenes si chiama Tre Fiori, in quella che sarà una vera e propria rivincita della sfida del primo turno, anche se questa volta chi perde sarà eliminato. "In pratica sarà una specie di bella, dato che quest’anno il bilancio è di una vittoria a testa. L’ultima volta abbiamo giocato bene ma abbiamo perso...".

Venerdì sera alle 21 un altro spareggio ad eliminazione diretta con il Tre Fiori

La supersfida tra Fiorita e Tre Penne, che ha messo di fronte le prime due della classe nel rispettivi gironi al termine della stagione regolare, si è giocata ieri sera a Montecchio ed ha determinato la seconda semifinalista, che sfiderà la Folgore lunedì prossimo. Ma prima della gara che metterà in palio il primo posto in finale, in agenda c’è un’altra partita molto importante. La Juvenes/Dogana, dopo la vittoria ottenuta lunedì sera, sfiderà venerdì a Montecchio (ore 21) il Tre Fiori in un’altra gara da dentro o fuori. La vincente della gara di venerdì, infatti, potrà ancora sognare il titolo e si qualificherà al quarto turno playoff, dove affronterà martedì 17 maggio la perdente della sfida di ieri sera tra Fiorita e Tre Penne. L’ultimo atto prima della finalissima, invece, è in programma sabato 21 maggio mentre la gara che assegnerà il titolo 2015-2016, ultimo atto della stagione sul Titano, si giocherà giovedì 26 maggio al San Marino Stadium con calcio d’inizio sempre alle ore 21.

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI