Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
Lunedì 20 Novembre 2017 |

News 10 Maggio 2016

Preferenza unica, Dc e Ap spingono per il No

I due partiti di maggioranza sono convinti che con il Sì saranno favoriti i soliti noti frenando il ricambio generazionale

Preferenza unica, Dc e Ap spingono per il No

Il Partito Democratico Cristiano Sammarinese desidera esprimere alla cittadinanza le proprie considerazioni riguardo al referendum proposto per introdurre la preferenza unica alle elezioni politiche, per i sammarinesi residenti in territorio e residenti all’estero, per dare alle cittadinanza gli strumenti per una decisione oggettiva e consapevole. Il partito invita i cittadini a votare No.

"E’ un dato condiviso che essere passati da 6 a 3 preferenze ha fortemente limitato le cordate elettorali del passato contribuendo, allo stesso tempo, a garantire la possibilità di elezione anche ai giovani candidati e candidate, proprio grazie alla possibilità di scegliere 3 preferenze" si legge nella nota.

La prima ragione per cui il Pdcs ritiene di confermare le 3 preferenze votando no al referendum sulla preferenza unica è proprio questa. Limitare la scelta elettorale ad una sola preferenza significa, inevitabilmente, dare la precedenza ai volti già noti sulla scena politica, riducendo fortemente la possibilità di essere eletti per i giovani e per le donne, che già rappresentano una minoranza in Consiglio e nelle liste elettorali.

La seconda ragione per cui il Pdcs propone di votare no al referendum sulla preferenza unica - continua il comunicato del partito - è che con una sola preferenza chi ha importanti risorse economiche alle spalle risulterà ancora più avvantaggiato in sede elettorale, con il rischio di creare ulteriore frammentazione politica e personalizzazione del voto. Sarà una lotta di tutti contro tutti, a discapito del valore delle forze politiche di cui i candidati fanno parte".

E ancora: "Rispetto "al rischio" di ridare la preferenza ai sammarinesi residenti all’estero, così come indicato da alcuni in campagna referendaria, il Partito Democratico Cristiano Sammarinese torna ad evidenziare come nelle ultime tornate elettorali gli equilibri politici non siano cambiati per l’assenza della preferenza estera. Pertanto, riconosce come questa potrebbe essere un’opportunità per i cittadini residenti all’estero di recuperare la pienezza di un proprio diritto".

"Tuttavia - puntualizza il Pdcs - proprio per le due ragioni sopra esposte, ritiene primario salvaguardare la possibilità per i cittadini residenti a San Marino di scegliere, tra coloro che li rappresentano in Consiglio Grande e Generale, 3 candidati. Pertanto, propone alla cittadinanza tutta di votare no al referendum sulla preferenza unica".

Ricordiamo la serata del Pdcs prevista per questa sera 10 maggio, alle ore 21.00, presso la Sala Montelupo di Domagnano, per analizzare i referendum e farsi un’idea più chiara di come votare il 15 maggio 2016.

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI