Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
Venerdì 19 Luglio 2019 |

News 04 Marzo 2016

Avanti tutta sui diritti civili

Sinistra unita ha presentato i progetti di legge sulle unioni civili, la depenalizzazione dell’aborto e la dichiarazione di volontà biologica

Avanti tutta sui diritti civili

Unioni civili, depenalizzazione dell’aborto e regolamentazione della contraccezione e dichiarazione di volontà biologica. Su questi temi Sinistra unita ha realizzato un pacchetto di tre progetti di legge, su cui prima si confronterà con gli alleati di Civico 10, i partiti aderenti al Tavolo riformista e Laboratorio democratico per poi depositarlo, prima dell’election day, in Segreteria istituzionale anche senza il loro consenso.

I testi dei provvedimenti sono ristretti perchè, come ha spiegato Roberto Tamagnini, i concetti che stanno alla base di essi devono essere sviluppati per dare una risposta ai bisogni della popolazione".

LE DICHIARAZIONI - "Questi tre progetti di legge sono frutto del lavoro di un gruppo tematico interno al Partito e sono la chiara volontà di far fare un passo avanti al Paese nella direzione della civiltà" ha spiegato il coordinatore Vanessa D’Ambrosio, durante la conferenza stampa avvenuta ieri mattina nella sede del partito, che ha poi proseguito: "Il gruppo di lavoro ha tenuto presente i suggerimenti e le indicazioni che ci arrivano dall’Unione europea, ha fatto una comparazione di diversi sistema e li ha declinati per la situazione di San Marino. Inoltre è compito della politica dare gli strumenti a tutti i propri cittadini per vivere una vita nel pieno della propria libertà e tutelati da una normativa che rende finalmente tutte le persone uguali. Questo è il compito che abbiamo nei confronti della nostra democrazia e del Paese".

"I progetti di legge si fondano sulla necessità di un passo avanti verso la piena parità di diritti e doveri di ogni persona nel nostro Paese" ha sottolineato Tamagnini che ha poi descritto i provvedimenti ai cronisti: "Il progetto sulle unioni civili tiene conto della Relazione del marzo del 2015 approvata dal Parlamento europeo e della nostra Carta dei diritti e significa dare pari dignità a tutti i nostri cittadini. "Il progetto di depenalizzazione dell’aborto è un atto di civiltà, è l’affermazione del diritto della donna di autodeterminazione del proprio corpo e alla sua integrità. è vergognoso che sia ancora reato penale. Il progetto sulla ‘Dichiarazione di volontà biologica’ è il riconoscimento della dignità della persona anche nella malattia. Non si tratta di eutanasia, è una possibilità che deve essere concessa ai cittadini che non vogliono sottoporsi a trattamenti che allungano la vita".

UNIONI CIVILI - Il progetto di legge di Sinistra unita sulle unioni civili tiene conto della Relazione annuale sui diritti umani e la democrazia nel mondo nel 2013 e sulla politica dell’Unione europea in materia e cerca di fare un passo avanti nel senso della civiltà, nella coerenza, andando a ristabilire il principio di uguaglianza per tutti i cittadini e residenti sammarinesi. L’Unione civile, sia tra eterosessuali sia tra persone dello stesso sesso, deve essere iscritta in un apposito registro nell’Ufficio di Stato Civile e da essa devono discendere diritti e doveri per i partner, compresa la mutua assistenza, il diritto di residenza, di lavoro, i diritti patrimoniali e di reversibilità. In caso di scioglimento dell’unione civile, questa deve essere annotata di comune accordo all’Ufficio di Stato Civile e, ove persista il disaccordo, lo scioglimento può essere riproposto tre anni dopo da un solo. Nel pdl è prevista anche la stepchild adoption: in concessione con gli articoli n. 58 e 62 della legge 26 aprile 1986 n. 49, è infatti dovere del partner sostenere e rispettare il bambino dell’altro partner.

TESTAMENTO BIOLOGICO - Nelle norme giuridiche esiste la legge 28 aprile 1989 n. 43 che consente alle persone di esprimere il proprio consenso preventivo al trattamento o ad altri atti medici e parallelamente consente ai medici di non tenere conto della volontà del paziente. Per questo motivo Su ritiene opportuno completare l’articolo 1 di questa legge, comprendendo nella manifestazione di volontà anche le cure palliative e di sostegno e facendo in modo che i medici tengano conto della volontà dei pazienti. L’impianto filosofico di questo provvedimento è di impronta laica e rispettosa della volontà del testamentario che è l’unico ad avere disponibilità della propria vita e ciò è congruente con i principi generali dei diritti della persona. Il documento "Dichiarazione di volontà biologica" dovrà avere una certa solennità, data dalla presenza di testimoni e con il deposito all’Istituto per la sicurezza sociale e al medico curante mentre la risoluzione verrà presa in breve tempo dal Comitato di Bioetica in caso di controversie fra curanti e rappresentanti fiduciari.

ABORTO DEPENALIZZATO - Sinistra unita, con un progetto di legge, vuole affermare l’integrità fisica di donne e ragazze, definendo gli strumenti e le modalità per cui possano accedere alla contraccezione e all’aborto in strutture sicure oltre alla definitiva abrogazione del reato penale tuttora in vigore a San Marino ("l’ordine del giorno che prevede sì l’aborto ma solo fuori San Marino è inqualificabile e svilente" ha rimarcato la D’Ambrosio). Si tratta di un serio tentativo di mettersi alla pari con i Paesi più sensibili alla tematica e di recepire le sollecitazioni che arrivano dalla Comunità europea. Con l’abolizione degli articoli del Codice penale riguardanti il tema dell’aborto, sarà possibile trattare a tutti i livelli, di contraccezione (anche per le minori a partire dai 16 anni), anche quella giorno dopo, istruendo i giovani su una sessualità cosciente e informata, attraverso i consultori, la scuola e l’Iss in generale. L’aborto sarà praticato in struttura pubblica, dove però non sarà consentita l’obiezione di coscienza del personale medico e paramedico ("dato che in Italia è arrivata a livelli inspiegabili", ha commentato ancora la D’Ambrosio che si aspetta nei prossimi giorni al posto di ordini del giorno che gridano vendetta), e in quelle private, garantite dall’Iss e l’Authority sanitaria.

Andrea Lattanzi

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI