Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
22 Luglio 2018 |

News 01 Maggio 2016

Sinistra Unita apre al confronto per il rilancio del lavoro

L’occupazione diventi “una priorità per tutto il Paese, le battaglie ideologiche non servono”

Sinistra Unita apre al confronto per il rilancio del lavoro

Il 1° maggio è il giorno in cui vengono celebrati il lavoro, le conquiste sindacali e di tutti i lavoratori ma "occorre fare una riflessione profonda sulla crisi che stiamo vivendo, sugli interventi da mettere in campo e sulla necessità di una nuova spinta propulsiva per ridare slancio al mondo del lavoro, alle persone e a tutta la comunità".

A dirlo è Sinistra Unita che, in una nota, riporta i dati offerti dall’Ufficio Statistica riguardanti l’occupazione in Repubblica: "Rispetto a febbraio 2015, quest’anno abbiamo un aumento della disoccupazione nella fascia giovanile (fino ai 24 anni) e in quella dai 40 in avanti", confermando che "i giovani hanno un problema a entrare nel mondo del lavoro mentre l’altra fascia stenta sempre più a reinserirsi".

"L’occupazione - dichiara Sinistra unita - è una priorità per tutto il Paese e dobbiamo cogliere tutte le opportunità che aiutano a rilanciare il lavoro, l’economia e la fiducia nel nostro sistema, siano essi investimenti locali o stranieri. Oggi non servono le battaglie ideologiche che, pur di essere sempre contro ad ogni costo e giocare al ‘tanto peggio, tanto meglio’, rischiano di compromettere il futuro lavorativo di molte persone, puntando solo a fare crescere la rabbia anziché fare sistema per trovare soluzioni concrete, mettendo per un attimo da parte le bandiere partitiche".

Lo stesso partito inoltre chiarisce che "non esiste una soluzione esaustiva, capace di risolvere da sola l’emergenza di quasi 2.000 disoccupati, ma esistono dei punti di partenza, dei tasselli che intanto forniscono delle prime risposte e che solo messi tutti insieme, in un’economia qualificata e sempre più diversificata, possono favorire un insieme fatto di numerosi investimenti, ciascuno dei quali possa dare un contributo più o meno grande e tutti insieme possano farci uscire dalla crisi".

È "doveroso", aggiunge, "aprire quanto prima un confronto sincero e concreto con tutte le parti, per riuscire, insieme, a individuare le linee guida necessarie per programmare il futuro del Paese e del rilancio del lavoro: un’analisi profonda del turnover, gli ambiti in cui San Marino può svilupparsi, cercare di individuare le figure che ancora mancano e quindi dare indicazione ai nostri giovani. La progettazione serve a questo: non trovarci impreparati di fronte alle crisi che possono investirci, creare quel substrato sociale vivace in grado di fare proposte e realizzare idee e progetti".

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI