Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
19 Maggio 2019 |

News 01 Marzo 2016

Consiglio per i diritti umani, la Reggenza rilancia l’impegno del Titano all’interno del sistema Onu

Guerre, profughi, crisi economica e terrorismo internazionale tra i temi dell’allocuzione dei capi di Stato

Consiglio per i diritti umani, la Reggenza rilancia l’impegno del Titano all’interno del sistema Onu

La Reggenza è intervenuta ieri a Ginevra nell’ambito della 31° Sessione del Consiglio per i Diritti Umani, sottolineando con forza l’assoluta necessità di rafforzare il sistema internazionale di tutela dei diritti umani, che a Ginevra trova una struttura ed un funzionamento universalmente riconosciuti. All’arrivo al Palais des Nations, i Capi di Stato sono stati ricevuti dal Direttore Generale dell’Onu, S.E. Michael Moller, con il quale si sono intrattenuti a colloquio. E’ stato evidenziato, al riguardo, il ruolo di San Marino e il contributo offerto alla tutela dei meccanismi di difesa dei diritti fondamentali, ampiamente riconosciuti nel contesto internazionale.

L’occasione ha altresì favorito di richiamare l’azione impegnata e convinta che la Repubblica sta svolgendo all’interno del sistema delle Nazioni Unite; un’azione ed un impegno che oggi più che mai recepiscono le attuali sfide, facendosi carico della necessità di intervenire affinché i diritti umani siano sempre e comunque strumento essenziale di affermazione dell’essere umano. Apprezzamento e condivisione sono stati espressi dallo stesso Direttore Generale, che ha ribadito il grande valore dell’azione di uno Stato pur di esigue dimensioni nei meccanismi di cooperazione internazionale, nello spirito di quanto già espresso anche dal Segretario Generale Ban Ki-moon nei confronti della Repubblica di San Marino. Nel loro discorso i Reggenti hanno dichiarato: "La Repubblica di San Marino sente oggi di poter affermare che il riconoscimento, il rispetto e la tutela dei diritti umani costituiscono il nucleo centrale della vera democrazia, della legalità e fondamento di ogni Stato di diritto. Oggi di fronte alle guerre, alle gravi crisi economiche, al terrorismo internazionale, il pericolo che i diritti umani – anche negli stati democratici – vengano affievoliti, se non annullati, è fortissimo e reale. È in questo spirito e con questa convinzione che San Marino recepisce costantemente gli standard ai quali ogni Stato è chiamato ad allinearsi; l’universalità, l’indivisibilità e l’interdipendenza dei diritti umani. In tema di universalità dei diritti umani, è per noi imperativo contribuire ad abbattere l’indifferenza, che impedisce di essere pienamente solidali con il prossimo e soprattutto con i più vulnerabili". Poi un riferimento sui migranti: "la Repubblica di San Marino, di fronte alle drammatiche migrazioni di massa ha aperto un canale di accoglienza e di ospitalità solidale e, al contempo, ha adottato forme di sostegno umanitario nei Paesi coinvolti dalle attuali emergenze". Infine la Reggenza parla del terrorismo: Renzi e Stefanelli sostengono che per combatterlo è necessaria "un’azione determinata da parte di ciascun membro della comunità internazionale, sia al proprio interno, sia nelle più ampie strategie di cooperazione internazionale". La Reggenza ricorda inoltre con orgoglio, l’intervenuta abolizione, già dal 1861, da parte della Repubblica, della pena di morte; richiama inoltre le Risoluzioni e Dichiarazioni siglate da San Marino, vólte a condannare e a interrompere questa pratica aberrante ed inumana, e l’impegno a sostenere la necessità di una moratoria globale. La Reggenza sottolinea con vanto e con propria personale soddisfazione il più recente allineamento della Repubblica di San Marino ai dettati internazionali, tesi a reprimere le più ignobili forme di violenza contro le donne, tristemente note a livello mondiale. La Repubblica di San Marino - concludono - è uno dei pochi Stati che in materia di diritti umani non necessita di norme interne di recepimento, essendo già il diritto internazionale parte e addirittura prevalente, in caso di contrasto, rispetto al diritto interno".

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI