Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
22 Luglio 2018 |

Eventi, News 21 Aprile 2016

Apas farà il punto della situazione sul randagismo canino e felino

Apas farà il punto della situazione sul randagismo canino e felino

L’Associazione sammarinese protezione animali farà il punto della situazione sul fenomeno del randagismo nella Repubblica di San Marino organizzando una conferenza pubblica a 25 anni di distanza dalla prima delle sei leggi promulgate in materia di difesa dei diritti degli animali - la n.54 del 23 aprile 1991 "Prevenzione del randagismo, tutela della popolazione canina e della salute pubblica".

Domani alle 17, avrà luogo nella sala Montelupo a Domagnano, l’evento dal titolo "Vita da cani... e da gatti a San Marino" in cui interverranno Francesco Mussoni, segretario di Stato alla Sanità e alla Sicurezza Sociale; Fanny Gasperoni, capitano di Castello di Faetano; Renaldo Ciro Renzi, dirigente del dipartimento Prevenzione dell’Iss; Maurizio Battistini, Uos Servizio Veterinario e Igiene Alimentare; Emanuela Stolfi, presidente Apas; Angela Pelliccioni, ex responsabile Rifugio Apas, per parlare anche delle campagne di sensibilizzazione e dei servizi effettuati da volontari, esperti e tecnici del Servizio Veterinario, oltre ai responsabili dell’associazione sammarinese attiva sul territorio sin dal 1986 per promuovere una corretta convivenza tra i cittadini e gli animali di affezione.

L’iniziativa è stata presentata ieri mattina, durante un incontro con la stampa al Rifugio Apas di Ca’ Chiavello (Faetano), da Stolfi, assieme al segretario Mussoni, Renzi, Battistini e Stefano Giulianelli, quest’ultimo in rappresentanza della Giunta del Castello di Faetano. "La nascita dell’associazione è legata strettamente al problema del randagismo a San Marino - ha spiegato la Stolfi -, quando negli anni ‘80 il fenomeno veniva risolto con la soppressione dei cani randagi. Allora l’Apas si è costituita per sottrarli da morte certa per collocarli in stalli di fortuna oltre ad accudirli e affidarli, poi per costruire il rifugio di Faetano e portare a iniziative legislative che istituzionalizzasse la sua attività. Ciò avvenne nel 1991: da allora, quando il rifugio Apas più volte rischiò il collasso per sovrannumero di presenze di cani, passi avanti ne sono stati compiuti tanto è vero che attualmente il randagismo è sostanzialmente sotto controllo". Alla lenta e continua diminuzione dei cani al Rifugio Apas hanno contribuito una maggiore coscienza civile, l’obbligatorietà del microchip, la costituzione di canili comunali nel circondario, le campagne di educazione e sensibilizzazione, l’assegnazione di incentivi economici per la sterilizzazione della cagne di proprietà, una maggiore consapevolezza dei cittadini nel rapporto responsabile con il proprio cane oltre all’obbligatorietà del microchip.

Più complessa, invece, la situazione del randagismo felino, che risulta più difficile da contenere per ragioni comprensibili legate alle caratteristiche biologiche ed etologiche del gatto. Per poter contrastare questo problema, è stato avviato tre anni fa il progetto "Colonie felici" che ha portato alla creazione di 194 colonie feline sul territorio con ben 1.500 ospiti e alla sterilizzazione di 583 gatti, di cui due terzi sono femmine.

Mussoni si è voluto complimentare con l’Associazione sammarinese protezione animali per il lavoro che sta svolgendo con costanza, dedizione e perseveranza: "Oggi, come Istituto per la sicurezza sociale e con il bilancio dello Stato, riconosciamo l’importante funzione sociale di Apas. I volontari dell’associazione contribuiscono alla qualità della vita di tutti i cittadini, garantendo igiene, ordine e sicurezza. Nonostante la contrazione economica, abbiamo garantito il contributo pubblico e proseguiremo dando continuità a questo fiore all’occhiello del nostro Paese. Difficilmente si trova una struttura di alto livello come questa in Europa".

Renzi, per quanto riguarda le idee da mettere in campo per incentivare e valorizzare gli animali da compagnia nei percorsi di cura, ha lanciato quella di una "pet residence", ovvero "sganciare i canili e i gattili dalla loro associazione a una prigione per dare la possibilità, a chi non è in grado di avere un cane, di vivere comunque una relazione con l’animale domestico, poterlo venire a trovare e portarlo a fare una passeggiata".

Un progetto di "pet therapy" però è già stato avviato sul Titano, alla casa di riposto "Casale La Fiorina" per l’esattezza: si tratta di sei incontri di un’ora con un cane allegro, generoso e preparato per indurre agli ospiti della struttura il buon umore e le emozioni positive, stimolare la motricità fine e il movimento, oltre che offrire momenti di piacevolezza e benessere generale.

Più complicato il discorso riguardante la visita dell’animale domestico all’Ospedale di Stato: "È necessario sviluppare un progetto, definire un percorso idoneo - ha aggiunto Renzi -. Ci sono problemi legati all’igiene, alla trasmissione di virus e batteri in ambiente ospedaliero, non è una questione semplice. Bisogna anche vedere se la nostra struttura è idonea".

Andrea Lattanzi

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI