Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Seguici su seguici su Facebook
Giovedì 18 Ottobre 2018 |

News 19 Aprile 2016

Spazio agli specializzandi sammarinesi all’ateneo di Modena e Reggio Emilia

Il segretario Mussoni ha siglato l’intesa con l’università emiliana per la formazione dei futuri medici dell’Istituto per la sicurezza sociale

Spazio agli specializzandi sammarinesi all’ateneo di Modena e Reggio Emilia

A seguito della delibera numero 48 del 23 marzo scorso, "Intesa tra il governo di San Marino e l’Università di Modena e Reggio Emilia", sarà "possibile avere riserve di posti per i medici specializzandi sammarinesi nelle strutture dell’Università di Modena e Reggio Emilia".

Lo ha annunciato il segretario di Stato per la Sanità e la Sicurezza Sociale, Francesco Mussoni, durante la presentazione del documento "Intesa" tra il Titano e l’ateneo delle due città emiliane avvenuta ieri nella "Sala Congresso" di Palazzo Begni.

Documento che, attraverso, consentirà l’avvio di importanti collaborazioni in ambito universitario per promuovere e favorire l’inserimento di medici specializzandi sammarinesi nelle strutture universitarie al fine di completare la loro formazione.

Il segretario Mussoni, in una nota, ha sottolineato come la collaborazione con Uni.Mo.Re., considerata tra le istituzioni universitarie più prestigiose che la pone tra le prime università in Italia per il suo alto livello di ricerca, sia quindi "fondamentale nell’ambito dell’alta formazione delle professioni sanitarie e mediche, per poter sviluppare livelli di eccellenza e di efficace risposta al bisogno dei cittadini, e supportare nel futuro un percorso che favorisca l’inserimento di nostri medici nel nostro Istituto per la sicurezza sociale".

Con la sottoscrizione dell’accordo "si avvia un iter atteso da tanti anni, e che presuppone la collaborazione delle Istituzioni italiane preposte - Miur, Ministero Esteri e Ambasciata d’Italia".

Sempre Mussoni ha ritenuto che "la soluzione definitiva cui il sistema debba tendere sia quella del rinnovo del ‘Programma di cooperazione culturale e scientifica tra la Repubblica italiana e la Repubblica di San Marino’ in attuazione dell’accordo di collaborazione culturale e scientifica tra l’Italia e il Titano del 21 marzo 2002".

In tal senso il segretario Mussoni e il segretario alla Cultura e all’Istruzione, Giuseppe Maria Morganti, nell’incontro con i cronisti hanno "sottolineato la necessità strategica di dare luogo al secondo programma di cooperazione culturale e scientifica sopracitato".

Per i medici sammarinesi che volessero accedere alle specialità mediche, possono contattare gli uffici della segreteria di Stato per la Sanità e Sicurezza Sociale al numero telefonico 0549-883040.

Stampa la pagina Invia ad un amico
L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Copia qui il codice Anti-Spam 

Informativa sulla privacy
Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 (trattamento dei dati sensibili), La informiamo che i Suoi dati verranno raccolti da La Serenissima il giornale dei sammarinesi al fine di adempiere a Sue specifiche richieste.
I dati saranno elaborati tramite strumenti manuali, informatici e telematici.
Il conferimento dei dati ha natura facoltativa.
I dati non saranno oggetto di comunicazione e diffusione, e potranno essere messi a conoscenza degli incaricati della specifica operazione.
A norma dell'art. 7 del Codice, ha diritto di avere conferma dell'esistenza o meno di Suoi dati presso di noi; di ottenere aggiornamento, rettifica o integrazione dei dati o il loro blocco o cancellazione per violazione di legge o cessata necessità di conservazione; di opporsi al trattamento per motivi legittimi.

* Campi richiesti
Seguici su seguici su Facebook
KOMPRESA - Realizzazione siti per le PMI